DonneNell’ultima settimana ho continuato a rimuginare sul chi legge cosa, lettori maschi e lettori femmine, statistiche, editoria e quant’altro.

Ho cercato di verificare le informazioni ricorrenti su questi temi, sul fatto che in Italia si legge poco e che comunque chi legge di più sono le donne, riportate in varie pubblicazioni, articoli, variamente divulgate, e che a me sono sempre parse a rischio di costituire dei luoghi comuni.

L'inventore di sogniSto finendo la mia riserva di libri. In corso di lettura: Rumore Bianco, di Don De Lillo (è un libro da leggere con calma, da leggere nei dettagli. Mi sta piacendo molto, credo). A margine, la piacevole lettura di un piccolo libro di Ian McEwan: “L’inventore di sogni”. Ve lo descrivo, in breve, così potrete decidere di leggerlo (se non l’avete già fatto).

Peter, il protagonista, passa per essere un bambino difficile. Ciò è dovuto alla sua abitudine di starsene in silenzio per i fatti propri. Questo comportamento causa preoccupazione negli adulti, privati della possibilità di sapere cosa lui stia pensando, e dunque in crisi per deficit di controllo.

Peter è impegnatissimo a sognare ad occhi aperti; sogna strane avventure che, in seguito, scopre di aver vissute in un tempo che non c’è stato, ma che non saranno state per questo meno reali.