la libraia virtuale

Recensioni e consigli di lettura

A proposito di Elias Canetti.

220px-Elias_Canetti_2Nato nel 1905, in Bulgaria, premio Nobel 1981 per la letteratura; al suo attivo un solo grande romanzo, “Autodafé“, un trattato, “Massa e Potere“, tema la psicologia di massa e una bellissima autobiografia, che è molto più di ciò, in tre volumi più uno; e, soprattutto, molto altro.

Poliglotta, se vogliamo dire così, per nascita: ebreo bulgaro, la cui lingua dell’infanzia è stato il giudeo-spagnolo e, naturalmente, il bulgaro, sua lingua nazionale, ha vissuto nella lingua tedesca la parte formativa della sua vita, e in tedesco ha scelto di scrivere le sue opere.

Il tedesco è stata, infatti, la lingua parlata, in quanto scelta dai genitori, dei quali non costituiva la lingua madre ma <solo> una lingua amata. Il figlio l’ha mantenuta (adottata, voluta) nonostante la lunga parte della vita trascorsa in Inghilterra e nonostante la sua naturalizzazione inglese sia stata originata dalla fuga dalla persecuzione nazista.
Ha terminato la sua vita lasciando l’Inghilterra dopo la morte della seconda moglie, nel 1988, e tornando a Zurigo, dove aveva abitato alcuni degli anni più belli della sua giovinezza, e dove è morto nel 1994.
Una vita girovaga e complessa, caratterizzata anche da affetti familiari complessi, talvolta drammatici, come complessa sono la sua figura e la sua personalità, non inquadrabili in categorie, scuole di pensiero, ideologie, neppure per opposizione. Per converso, la sua scrittura è limpida e bellissima e dal suo pensiero non si può prescindere se si decide di pensare.
Che dire. Per dirne occorrerebbe troppo e, tuttavia, poco basta perché, a ben guardare (ma è solo ciò che pare a me, ciò, forse, per cui amo Canetti) le sue opere si possono leggere tutte, se ne può leggere una sola, e c’è interamente lui. Ma nella scorrevolezza della sua prosa si trae qualcosa di sempre cangiante perché egli non ricercava un pensiero costruito, concluso, qualcosa di cui si potesse dire <summa del pensiero di Elias Canetti> e farne un bigino.
Altro aspetto non secondario della sua opera: avendo affrontato grandi temi che gravitano nell’ambito della psicologia di massa, dell’antropologia, della sociologia, e da figlio del suo tempo, è riuscito ad essere un pilastro senza mai riferirsi a, né parlare di, Sigmund Freud (la cui teoria aveva studiato e non accolto) né di Karl Marx: credo abbia disapprovato non tanto la teoria marxiana, o la teoria psicoanalitica di per se stesse ma in quanto, appunto, teorie organiche, che si ergono nella forma di risposta conclusiva a una domanda. E ce lo fa sapere non dicendone nulla, non utilizzandole né confutandole, il che richiederebbe il prenderle in considerazione. Il suo lavoro, le sue tesi, non richiedono (né escludono) il pensiero né dell’uno né dell’altro. E sono tesi importanti, per tanti aspetti conclusive pur non volendolo, né potendolo essere. Un pasticcio. E una lettura inevitabile.

Le sue opere sono tutte pubblicate da Adelphi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog che seguo

Follow la libraia virtuale on WordPress.com

Archivi

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. I contenuti sono di proprietà di lalibraiavirtuale.com salvo diritti di terzi. Alcune foto pubblicate sul blog sono state prese da internet e valutate di pubblico dominio. Se ritenete che la pubblicazione di qualsiasi foto leda i vostri diritti vi invitiamo a scriverci a lalibraiavirtuale [at] gmail [dot] com indicando il materiale di cui chiedete la rimozione. Rimuoveremo nel più breve tempo possibile.
Se puoi sognarlo, puoi farlo.

Viaggiando, fotografando, leggendo, sognando... non importa come, lascia che la vita che ti gira intorno ti attraversi l'anima...

THE REVIEWERS

Parliamo di LIBRI, FUMETTI, SERIE TV, FILM, ANIME, MUSICA E DOCUMENTARI.

La Critichella

Film e serie tv senza peli sulla lingua

Il colibrì

L'Economia e la Politica alla portata di tutti

Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

PAP3RS-Il Blog di approfondimento sul mondo della Fisica

Blog con finalità di approfondimento scientifico

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

prima della pioggia

Patrizia Caffiero

Aspettando il caffè

libri & sconfinamenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: