la libraia virtuale

Recensioni e consigli di lettura

George Eliot

220px-George_Eliot_2Mary Anne (Marian) Evans, alias George Eliot (1819 – 1880)

Non ci sono, al momento, in questo blog, recensioni di questa autrice, di cui ho solamente parlato a proposito del suo grande romanzo “Il mulino sulla Floss”, ma merita sicuramente, con il consiglio di leggerla, una piccola nota biografica. Si tratta, infatti, oltre che di una grande scrittrice, di una personalità peculiare e indicativa dell’epoca cui appartiene, quantomeno per opposizione a quanto il senso comune assegna, in termini di ruolo della donna nella società e di morale comune, all’enunciato ‘periodo vittoriano’ (che, certo, è stato molto altro in molti campi).

Bene: in quella società, dove indubbiamente il “non si fa” valeva meno del “non si dice”, contrariamente alla percezione che solitamente abbiamo dell’epoca (costumi severi, gambe dei tavoli coperte, signore borghesi dedite alle opere di bene, tutto sotto l’occhio vigile della vedova regina Vittoria che riteneva di dover imporre il proprio lutto all’intera nazione), una donna di nome Mary Anne Evans, coetanea della sua regina, cresciuta in una famiglia e in un ambiente dai forti valori religiosi, poté:

  • curare la propria istruzione e frequentare, giovanissima, ambienti intellettuali in cui si dibattevano il libero pensiero in tema di religione e idee progressiste in politica;
  • scegliere la propria professione divenendo scrittrice saggista, con lo pseudonimo di Marian Evans;
  • diventare vicedirettore della pubblicazione radicale Westminter Review,
  • diventare l’amante sia del suo direttore, John Chapman sia di Herbert Spencer;
  • iniziare una storia di vita con il filosofo George Henry Lewes, con il quale convisse fino alla morte di lui, pubblicamente e al di fuori del matrimonio (lui era sposato, peraltro con un moglie che teorizzava, con lui, l’apertura della coppia e aveva avuto a sua volta altre relazioni).

Nel frattempo, la saggista Marian Evans aveva lasciato il posto alla romanziera George Eliot, nome che per un breve periodo coprì la sua vera identità ma che, reso noto, non provocò alcun calo di popolarità dei suoi libri nonostante la disapprovazione sociale cui la sua convivenza esplicita con il compagno l’avevano esposta (in quanto ‘pubblica’, più che in quanto tale).

Praticamente in tutti i siti che la riguardano viene riportato un brano di una lettera di Henry James al padre in cui, parlando di lei, egli scrive: “Aveva la fronte bassa, gli occhi di un grigio spento, il naso grande e pendulo, la bocca enorme nella quale si intravedevano i denti storti e il mento ‘qui n’en finissent pas’… Ora, in questa mostruosa bruttezza risiede una bellezza potentissima che in pochi minuti rapisce e sconvolge la mente, cosicché, alla fine, ci si ritrova innamorati di lei, come è accaduto a me. Sì, consideratemi innamorato di una donna con pretese da intellettuale che ha una gran faccia da cavallo.

Lei, certo, non è una donna qualunque ma, in ogni modo, se questa è l’epoca vittoriana, e se i tempi attuali sono, per le donne, quello che sono, c’è molto su cui riflettere. (Segue, forse.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog che seguo

Follow la libraia virtuale on WordPress.com

Archivi

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. I contenuti sono di proprietà di lalibraiavirtuale.com salvo diritti di terzi. Alcune foto pubblicate sul blog sono state prese da internet e valutate di pubblico dominio. Se ritenete che la pubblicazione di qualsiasi foto leda i vostri diritti vi invitiamo a scriverci a lalibraiavirtuale [at] gmail [dot] com indicando il materiale di cui chiedete la rimozione. Rimuoveremo nel più breve tempo possibile.
Pensieri lib(e)ri

"Così ho messo tutto a posto. Sulla pagina, almeno. Dentro di me tutto resta come prima." I. Calvino

Italianostoria

Materiali per lo studio della Lingua e Letteratura Italiana, della Storia, delle Arti

Disturbi Letterari

Blog letterario di Chiara Cecchini, giornalista: Libri, recensioni, commenti

C’è una vena ma non la trovo

Ognuno è artefice del proprio vino

Se puoi sognarlo, puoi farlo.

Viaggiando, fotografando, leggendo, sognando... non importa come, lascia che la vita che ti gira intorno ti attraversi l'anima...

THE REVIEWERS

Parliamo di LIBRI, FUMETTI, SERIE TV, FILM, ANIME, MUSICA E DOCUMENTARI.

La Critichella

Film e serie tv senza peli sulla lingua

Il colibrì

L'Economia e la Politica alla portata di tutti

Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: