la libraia virtuale

Recensioni e consigli di lettura

“Spezza, o Dio, agli empi, i denti nella bocca / rompi, o Dio, le mascelle dei leoni”

  Paolo Rumiz, “Il filo infinito”, Feltrinelli, aprile 2019 “…la mia anima è poco propensa a celesti pensieri. Troppa rabbia per quello che succede in Europa. Di questi tempi preferisco … Continua a leggere

maggio 27, 2019 · 1 Commento

Il treno che non c’è

Paolo Rumiz, “Trans Europa Express”, Feltrinelli 2012 A gennaio di quest’anno Pina Bertoli ha recensito nel suo blog questo libro (qui: andateci subito), consentendomi oggi, dopo averlo letteralmente bevuto, di … Continua a leggere

giugno 30, 2017 · 2 commenti

Libri per viaggiare, nel tempo e nei luoghi

E a proposito dei legami che, intrecciando una lettura all’altra, fanno sì che da ogni libro si dipanino sentieri per altre letture-viaggi, altri luoghi, altri mondi, oggi vorrei raccontare l’aprirsi … Continua a leggere

giugno 25, 2017 · 7 commenti

Ricordi di scuola e altre memorie.

Non so come dire, ma il settembre che si approssima porta con sé il senso di un inizio, di un tempo che, nell’attesa, prelude a qualcosa di nuovo. Saranno lontani … Continua a leggere

agosto 20, 2015 · 2 commenti

Vladimir Putin e James Dean ? Il caldo fa strani scherzi

Caldo: tanto, troppo, quantomeno per chi, come me, non lo ama. Il libro che sto leggendo è interessante e anche adatto, sì, può essere letto un po’ a spezzoni, anzi, … Continua a leggere

luglio 17, 2015 · Lascia un commento

“Italiani con la divisa sbagliata”

Paolo Rumiz, “Come cavalli che dormono in piedi”, Feltrinelli 2014   “CHE I VOSTRI MULINI TORNINO A MACINARE, CHE I VOSTRI OCCHI SPLENDANO DI NUOVO, CHE LE VOSTRE FALCI DI … Continua a leggere

luglio 13, 2015 · 6 commenti

E’ ora di tornare a casa

Caldo afoso e gita in libreria. Una sola libreria visitata, “Canova”, dopodiché il sole a picco ha consigliato il rientro a casa. Tuttavia, una gita abbastanza soddisfacente. Due libri. Un … Continua a leggere

luglio 10, 2015 · 1 Commento

Scherzi infiniti. E pensieri dalle conseguenze imprevedibili

Basta discorsi sull’editoria, almeno per ora. Nel frattempo, ho accumulato letture, desideri di letture, libri iniziati, e un bel po’ di disordine dentro al quale attendo, senza alcuna certezza, la … Continua a leggere

giugno 9, 2015 · 4 commenti

Una vita di amore e di lotta

Terminata la rilettura, estemporanea e un po’ frenetica, di “Il signore degli Anelli”, mi sono accorta che, a seguito di “Sul Grappa dopo la vittoria” non ero in grado di … Continua a leggere

febbraio 27, 2015 · 2 commenti

Il nostro pensiero e i nostri libri

Ci sono libri sparsi intorno a me, acquisti recenti e non, che hanno tuttavia aspettato il momento giusto perché qualcos’altro ha attirato la mia attenzione e il mio desiderio ma … Continua a leggere

febbraio 13, 2015 · 1 Commento
Follow la libraia virtuale on WordPress.com

Archivi

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. I contenuti sono di proprietà di lalibraiavirtuale.com salvo diritti di terzi. Alcune foto pubblicate sul blog sono state prese da internet e valutate di pubblico dominio. Se ritenete che la pubblicazione di qualsiasi foto leda i vostri diritti vi invitiamo a scriverci a lalibraiavirtuale [at] gmail [dot] com indicando il materiale di cui chiedete la rimozione. Rimuoveremo nel più breve tempo possibile.
Il Blog di Roberto Iovacchini

Prima leggo, poi scrivo.

Tratto d'unione

Ma cosa c'è dentro un libro? Di solito ci sono delle parole che, se fossero messe tutte in fila su una riga sola, questa riga sarebbe lunga chilometri e per leggerla bisognerebbe camminare molto. (Bruno Munari)

Il grado zero della lettura

di Paola Lorenzini

Unreliablehero

libri e storie di eroi imperfetti

librai clandestini

Letture e riflessioni da una libreria che non esiste (ancora)

libroguerriero

se non brucia un po'... che libro è?

La siepe di more

“I like persons better than principles, and I like persons with no principles better than anything else in the world.” O. Wilde

Fall in "Books"

Innamorarsi dei libri giorno dopo giorno.